La manutenzione industriale viene solitamente considerata come un lavoro duro, sporco e spesso pericoloso per l’ambiente. Negli ultimi anni l’innovazione e lo sviluppo di nuovi prodotti ha iniziato a rimuovere questo stereotipo grazie alle nuove tecnologie, a prodotti sostenibili e sicuri per l’ambiente e all’adozione di migliori pratiche.

Molte aziende stanno riconoscendo il cambiamento climatico come un problema in crescita ponendo pertanto maggiore attenzione alle iniziative “verdi” ed inserendo la sostenibilità come parte integrante del proprio modello di business. Le società stanno adottando principi sostenibili per lo sviluppo di nuovi prodotti e attività in grado di garantire vantaggi competitivi, una migliore reputazione del marchio, apertura a nuovi mercati e ottimizzazione del ROI. Maggiore sarà la consapevolezza delle persone nelle loro scelte, maggiore sarà la loro propensione ad investire nei prodotti e nei servizi.

Un’azienda che si avvale di prodotti per la rimozione dello sporco, per la manutenzione delle macchine e di soluzioni per la pulizia del sistema come potrà raggiungere i target di sostenibilità e gli obiettivi “verdi”? Vediamo dieci modi in cui è possibile rendere le nostre abitudini per la manutenzione più “verdi”:

1. Passare dagli sgrassanti a base solvente a quelli a base d’acqua

Nella maggior parte delle applicazioni industriali, dove occorre lubrificare i macchinari e gli attrezzi con grasso o olio, sarà necessario l’utilizzo di uno sgrassante per ridurre la contaminazione, il grasso e lo sporco più ostinato.

Gli sgrassanti a base solvente rappresentavano la soluzione migliore per sgrassare. Questo tipo di sgrassanti è ancora presente sul mercato, ma grazie alle innovazioni in campo tecnologico, le formulazioni sono migliorate e pertanto le alternative a base acquosa hanno iniziato a dominare sempre più.

L’utilizzo di uno sgrassante a base acquosa invece di uno a base solvente, assicura meno danni all’ambiente ed è un’alternativa più sicura da utilizzare.

I vapori emanati dagli sgrassanti a base solvente possono causare, se inalati, rischi per la salute e, allo stesso tempo, la violazione della normativa sul loro stoccaggio per via dei livelli di VOC (Composti organici volatili) in essi contenuti e la loro conseguente infiammabilità. Gli sgrassanti a base acquosa al contrario non comportano rischi associati alla loro inalazione, hanno un livello minimo, se non totalmente assente, di VOC e non sono infiammabili.

Gli sgrassanti a base acquosa stanno diventando la scelta migliore sul mercato per la manutenzione industriale. Gli sgrassanti a base acquosa sono più sicuri per l’utilizzatore e per l’ambiente. Assicurano una riduzione della quantità dei rifiuti e dei rischi per gli operatori in quanto non contengono solventi pericolosi.

2. Migliorare la  gestione della manutenzione

La massimizzazione dell’efficienza energetica dei macchinari e la riduzione dei fermi macchina sono importanti quando si sta cercando di raggiungere gli obiettivi “verdi” e/o di sostenibilità. L’implementazione di un programma di gestione della manutenzione può ridurre la quantità di rifiuti migliorando allo stesso tempo la produttività.

Lo svolgimento regolare dei servizi di manutenzione sui macchinari, l’esecuzione di analisi, di test e il rabbocco dei prodotti, assicurano il funzionamento a pieno regime dei sistemi. Ciò implica l’utilizzo di olio, grasso, ecc., solo quando necessario, riducendo il sovra utilizzo di prodotto, la quantità di rifiuti e i riordini.

Se la tua azienda ha componenti o macchinari obsoleti o inaffidabili, varrebbe la pena sostituirle con delle versioni più efficienti a livello energetico e di nuova tecnologia.

3. Riduzione degli sprechi di prodotto e di acqua con i sistemi di dosaggio

Dato che molte aziende continuano ad introdurre e a migliorare le loro pratiche “verdi”, i sistemi di dosaggio assicurano numerosi vantaggi rispetto ai prodotti pre-diluiti. Queste attrezzature diluiscono ed erogano il prodotto nel punto di utilizzo.  

Sebbene siano economici, i prodotti pre-diluiti possono essere costosi, non solo per il budget, ma anche per l’ambiente. Un sistema di dosaggio permette di dosare il prodotto in bottiglie o in contenitori riutilizzabili riducendo la quantità di imballaggi e i costi di spedizione abbassando anche l’impronta ecologica.

Un sistema di dosaggio ti permette inoltre di capire quanto prodotto stai realmente utilizzando per programmare il riordino. Questo permette di evitare i sovra dosaggi e spedizioni frequenti di prodotto, riducendo pertanto i costi di trasporto e l’impatto sull’ambiente.

La diluizione dei prodotti concentrati nel punto di utilizzo permette di dosare soltanto la quantità di prodotto necessaria, fornendoti ogni volta il corretto volume di prodotto e di acqua evitando gli sprechi. Ciò garantisce la sicurezza degli operatori, in quanto non entreranno in contatto con il prodotto, oltre ad assicurare una corretta miscelazione per il tipo di utilizzo. Le superfici o i macchinari non verranno puliti in modo sufficiente se il prodotto non viene diluito correttamente.

4. Migliore controllo del tuo sistema HVAC

Il tuo sistema HVAC, per il riscaldamento, la ventilazione e l’aria condizionata, utilizza una grande quantità di  energia. La combinazione dei principi di termodinamica,  della meccanica dei fluidi e del trasferimento di calore permette al tuo sistema HVAC di regolare la temperatura all’interno della tua azienda.

E’ importante effettuare la manutenzione di routine e i controlli regolari sul tuo sistema affinché funzioni correttamente ed in modo efficiente. Il funzionamento ottimale delle tue attrezzature potrebbe dipendere da una specifica temperatura operativa, o semplicemente, potresti garantire l’immagine della tua azienda nel corso di una visita dei clienti.

Occorre seguire alcuni passaggi per garantire la manutenzione del tuo sistema HVAC, tra cui la pulizia delle serpentine. Sulle serpentine esterne o della condensa si accumulano diversi tipi di particelle, come ad esempio grasso, fuliggine, polvere, foglie, e possono anche risentire di problemi di corrosione e ossidazione.  Sulle serpentine interne del condensatore evaporativo si accumulano capelli, fango e polvere.  Tutte queste particelle possono ridurre in modo significativo l’efficienza del sistema HVAC, determinando un elevato utilizzo di energia e acqua e parallelamente risultati inefficienti.

Per fare in modo che il tuo sistema HVAC funzioni in modo ottimale, occorre ridurre l’utilizzo di energia in modo da mantenere i target di consumo entro i parametri previsti per il rispetto dell’ambiente.  Pertanto è necessario rimuovere dalle serpentine lo sporco e i residui presenti. La rimozione di depositi isolanti pericolosi ti aiuterà a ridurre i costi energetici, mentre l’utilizzo di una soluzione economica per la pulizia a minimizzare il riordino dei prodotti, i costi di spedizione e le emissioni di anidride carbonica.

Un altro modo per garantire la manutenzione del tuo sistema HVAC nel rispetto dell’ambiente, è l’utilizzo di prodotti non infiammabili e non acidi per la pulizia delle serpentine. La scelta di utilizzare prodotti più sicuri per l’ambiente ti aiuteranno a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.

5. Riduzione dei costi per le acque reflue e dell’inquinamento

Lo scopo principale di un WWTP (impianto di trattamento delle acque reflue) è prevenire l’inquinamento. Esso trasforma la materia solubile in solidi e separa i solidi dall’acqua. Questo impianto deve affrontare l’accumulo di diversi tipi di agenti inquinanti e per questo motivo non sempre soddisfa gli standard previsti.

Il tuo impianto non funziona a pieno regime o ci si aspetta che funzioni meglio. Questo può causare problemi associati come fango, energia, prodotti e manodopera.

Le autorità locali mantengono e controllano il livello di FOG (grassi e oli), BOD (richiesta biochimica di ossigeno) e TSS (solidi totali sospesi) prodotti dalle aziende che raggiungono poi gli scarichi municipali. Mantenere questi livelli bassi può essere spesso difficoltoso, in modo particolare negli ospedali.

Una buona soluzione per ridurre le tasse ambientali ed assicurare un trattamento efficace delle tue acque reflue è utilizzare un trattamento biologico. Questo tipo di trattamento delle acque reflue non è un concetto nuovo, ma si è evoluto ed è migliorato nel corso degli anni. Il trattamento biologico delle acque reflue è ideato per consumare la materia organica presente nelle acque abbassando i livelli di FOG, BOD e TSS entro limiti accettabili senza causare danni per l’ambiente.

Un trattamento biologico corretto delle acque reflue può prevenire intasamenti, eliminare i cattivi odori, ridurre i costi operativi ed eliminare le tasse ambientali.

6. Rafforzare i prodotti biodegradabili per la manutenzione industriale

I prodotti biodegradabili non sono un nuovo concetto, infatti probabilmente rientrano già tra quelli presenti nel tuo magazzino, tra cui prodotti per la pulizia delle superfici dei bagni e della cucina. Uno dei benefici nell’investire nei prodotti biodegradabili è che sono in continua evoluzione. La ricerca e lo sviluppo sono costantemente impegnati nel rendere disponibili nuove tecnologie innovative sul mercato.

Molti prodotti per la pulizia delle mani presenti sul mercato contengono delle microsfere in plastica utilizzate come scrub. E’ ormai risaputo che queste piccole microsfere in plastica sono dannose per l’ambiente marino ed hanno un impatto disastroso sull’ecosistema degli oceani. Alcuni paesi, come Italia e il Regno Unito, hanno già vietato il loro utilizzo in attesa che venga emesso un divieto completo valido per tutti i paesi in Europa. Il passaggio a prodotti per le mani che utilizzano delle microsfere naturali biodegradabili invece di quelle in plastica, rappresenta un modo semplice e veloce per essere sempre più rispettoso nei confronti dell’ambiente.

I prodotti biodegradabili per la manutenzione industriale hanno un rischio ridotto e presentano delle restrizioni minime sull’etichetta. Pertanto questi prodotti sono meno pericolosi per l’ambiente e più sicuri per l’utilizzatore. Perché non innovi i tuoi prodotti per la manutenzione industriale e provi a vedere dove puoi apportare ulteriori modifiche?

7.Riciclo dei materiali di rifiuto

A seconda del tipo di attività i rifiuti prodotti potrebbero essere di diverso genere come ad esempio metalli, oli, residui di prodotti tossici. Gli obiettivi di sostenibilità di molte aziende spesso prevedono anche il raggiungimento di zero rifiuti. Per le società nel settore della manutenzione industriale, in modo particolare quelle che si occupano di produzione, è difficile raggiungere questo obiettivo, in quanto i rifiuti prodotti sono difficoltosi da riciclare.

Esistono diversi modi per seguire un approccio “zero rifiuti” o per ridurne la quantità. Passare a materiali sicuri per l’ambiente o biodegradabili permette di ridurre la quantità totale di rifiuti rendendoli anche più semplici da smaltire.

Il tuo  business può contribuire a ridurre il consumo di materiali e a preservare le risorse naturali. In questo modo ridurrai la quantità di rifiuti generata garantendo una maggiore sicurezza per l’ambiente.

Adottare le misure necessarie per ridurre la produzione di rifiuti permette il raggiungimento dei propri target ambientali. Inoltre è importante valutare l’impatto dello smaltimento dei rifiuti; prima di decidere come riciclarli è utile misurarne la quantità e la tipologia per verificare se, apportando delle modifiche all’attività produttiva, sia possibile ridurli.

Il controllo della produzione dei rifiuti fornisce diverse possibilità alle società di smaltimento, dandoti pertanto la flessibilità di scegliere come gestirli. Le varie opzioni prevedono l’utilizzo di contenitori dove i lavoratori potranno buttare i rifiuti, il ritiro regolare, il trasporto ai centri di riciclo, l’utilizzo di rifiuti riciclati, ecc. I costi di smaltimento verranno ridotti e conseguentemente verranno prodotti meno rifiuti da destinare alle discariche.  

8. Successo dei prodotti sicuri per l’ambiente per la manutenzione degli edifici

La manutenzione degli edifici, come ad esempio la riparazione dei tetti, la riparazione del cemento, la verniciatura o la riparazione dei pavimenti, è importante per garantire il funzionamento della propria attività. Quindi perché non fare rientrare questi lavori nella politica di rispetto dell’ambiente? Le decisioni riguardanti a quali tipi di prodotti utilizzare può aiutarti a determinare se stai raggiungendo i tuoi obiettivi verdi.  

I prodotti a base acquosa e non infiammabili sono sicuri per l’ambiente, ma anche per chi li utilizza. Grazie a migliori metodi di applicazione e a rese elevate, molti prodotti necessitano di una sola applicazione; molti prodotti per la manutenzione degli edifici sono di lunga durata, riducendo di conseguenza i costi di riordino, di stoccaggio, delle spedizioni e un minore impatto ambientale.

Negli ultimi anni alcuni prodotti sono diventati più sicuri anche nei confronti dell’ambiente grazie a nuove normative e al divieto di utilizzo di alcuni componenti. Un esempio è il divieto di utilizzo di cloruro di metilene nei prodotti svernicianti in quanto comporta dei rischi per la salute dell’utilizzatore. Ora sono disponibili in alternativa degli svernicianti privi di cloro che assicurano risultati eccellenti anche con la resina e poliuretano.

9. Come gli additivi per il gasolio possono aiutarti a ridurre le emissioni

Esistono molte aree dove è possibile migliorare al fine di soddisfare gli standard ambientali. Oltre all’adozione di misure per migliorare la produzione apportando dei cambiamenti alla manutenzione dei macchinari, anche alcune modifiche alla tua flotta veicoli può esserti di aiuto nel soddisfare i target ambientali.

Un modo per migliorare i tuoi obiettivi ambientali e ridurre le emissioni è innovare la flotta veicoli passando a veicoli elettrici, ibridi o che producono emissioni ridotte. Per molte aziende questo rappresenta un grosso investimento o un obiettivo di lungo termine; quindi cosa si può fare per migliorare l’impatto sull’ambiente nel breve termine? Apportare dei miglioramenti alla flotta veicoli esistente è sicuramente un buon modo per iniziare. Se hai dei veicoli vecchi e prevalentemente a diesel potrai utilizzare degli additivi per migliorare la qualità del diesel.

Perché è così importante la qualità del carburante? Il gasolio rappresenta spesso un  costo elevato per le società ed ha inoltre un grosso impatto sull’ambiente. I problemi associati al diesel possono portare ad un aumento del consumo di carburante e causare guasti, la necessità di sostituzione dei pezzi e fermi macchina.

La qualità del gasolio può essere impattato da diversi fattori. La produzione e il trasporto può creare il rischio di contaminazione crociata in quanto il carburante passa dalle raffinerie e dagli oleodotti ai camion e alle cisterne di stoccaggio. 

L’utilizzo di un additivo per il gasolio garantisce diversi benefici alla flotta veicoli e all’attività stessa. Oltre a migliorare le prestazioni e le partenze nei mesi freddi, gli additivi per il gasolio riducono le emissioni dannose per l’ambiente. La riduzione delle emissioni determina una migliore combustione, un sistema più pulito e assicura benefici anche per l’ambiente per via della minore impronta ecologica in linea con gli obiettivi eco sostenibili.

10. Cambiamenti nel lungo termine per soddisfare i target ambientali

Il tuo piano ecologico può comprendere piccoli e semplici passaggi facili da seguire come spegnere le luci o i macchinari quando non vengono utilizzati, ma anche cambiamenti maggiori che rientrano però in un programma a lungo termine. Abbiamo visto molti dei cambiamenti che possono essere adottati per rendere più “verdi” i lavori di manutenzione e migliorare l’attività stessa.  Vediamo ora alcuni obiettivi e cambiamenti a lungo termine che potresti implementare per migliorare la tua attività.

Policy sui viaggi: se la tua azienda gestisce impianti di produzione o magazzini in diversi paesi, le spese per i voli aerei saranno alti per via degli spostamenti dei lavoratori nelle diversi sedi.  La riduzione, dove possibile, delle spese per i voli aerei aiuterà ad abbassare le emissioni e ciò rappresenta una grossa vittoria per quanto riguarda gli obiettivi di sostenibilità. Questa operazione richiede misure che non possono essere introdotte velocemente, ma sviluppate nel tempo.

Energie rinnovabili: il passaggio a fonti di energia rinnovabili per alimentare la tua attività permette di creare un’energia più pulita per il futuro, con minori emissioni di  carbonio e di agenti inquinanti.

Materie prime per i prodotti sicure per l’ambiente: modificare la formulazione dei prodotti implica l’intervento di chi si occupa della ricerca e dello sviluppo, dei chimici e degli investitori chiave. Non sempre è possibile, ma questo cambiamento è positivo per il raggiungimento degli obiettivi ecologici, ma anche per la reputazione stessa dell’azienda.

I target ambientali sono diventati molto importanti per il business. Assicurano benefici operativi e migliorano la nostra reputazione agli occhi dei clienti. Quando un cliente cerca dei prodotti o dei servizi privilegia quelli sicuri per l’ambiente. La manutenzione con prodotti più sicuri per l’ambiente aiuta a ridurre l’inquinamento delle nostre acque, l’impatto sullo strato di ozono e sul riscaldamento globale. In qualunque modo la tua azienda si avvicini alla sostenibilità, le tue azioni possono fare la differenza.

Se vuoi rendere il tuo programma di manutenzione più sicuro per l’ambiente, contatta NCH per parlare con uno dei nostri esperti.