Molti virus possono sopravvivere sulle superfici per molte ore o perfino giorni; pensa a tutte le superfici che tocchi con le mani tutti i giorni. Inconsapevolmente possiamo, toccando occhi, naso e bocca, trasferire il virus dalle superfici a noi stessi senza una corretta igiene delle mani.

Nel 2015 è stato effettuato uno studio per quantificare quanto spesso ci tocchiamo il viso. Gli studenti sono stati filmati durante una lezione di medicina e i ricercatori hanno contato il numero di volte in cui si sono toccati il viso. In media gli studenti si sono toccati il viso per 23 volte in un’ora. La ricerca ha stimato che questo valore può arrivare fino a 2000 volte in un giorno. Per un corretto controllo delle infezioni bisogna evitare di toccarsi occhi, naso e bocca, in modo particolare con le mani sporche. Secondo il CDC circa il 30% dei casi di dissenteria e il 20% delle infezioni respiratorie (come ad esempio il raffreddore) possono essere evitate seguendo un’adeguata igiene delle mani.

La pulizia delle mani è la nostra migliore difesa contro le malattie e le infezioni. Seguire una corretta igiene, nel rispetto delle più recenti disposizioni in materia, è la chiave per implementare nella tua azienda un programma di successo per la cura delle mani. Lavare regolarmente e completamente le mani con acqua e sapone permette di eliminare i virus che potrebbero essere presenti sulle tue mani. In assenza di acqua e sapone deve essere utilizzato un gel lavamani a base alcolica per eliminare i virus sulle mani. 

Le mani devono essere lavate ad esempio dopo essere andati in bagno, prima di mangiare o di toccare il cibo, dopo aver soffiato il naso, starnutito o tossito, prima e dopo aver visitato un paziente e dopo aver toccato gli animali. Secondo quanto riportato nelle raccomandazioni dell’OMS (World Health Organisation) dovremmo lavare le mani per 20-30 secondi quando non sono visivamente sporche oppure utilizzare un gel lavamani a base alcolica in assenza di acqua e sapone. Lavare invece le mani per 30-40 secondi quando sono sporche.

Come lavare le mani:

  • Bagnare le mani ed utilizzare una quantità sufficiente di sapone per ricoprire l’intera superficie delle mani fino ai polsi
  • Strofinare le mani, palmo contro palmo ed assicurarsi che le dita, le punta delle dita e i pollici siano ben puliti
  • Asciugare le mani con un panno usa e getta

Per maggiori dettagli scaricare la nostra guida completa in 12 passaggi per la pulizia delle mani contenente le ultime disposizioni dell’OMS.

La maggior parte delle infezioni sono causate dal contatto con le superfici contaminate, una corretta pulizia permetterà di ridurre gli agenti contaminanti con cui potresti entrare in contatto.  Una pulizia e una sanificazione regolare delle superfici è importante al fine di evitare la diffusione di infezioni, germi e batteri nelle strutture sanitarie ma anche nei luoghi di lavoro. Entrare in contatto con le superfici contaminate e non rispettare le linee guida per una corretta igiene delle mani può portare alla diffusione delle infezioni.


Nelle strutture sanitarie le mani rappresentano la principale causa di trasmissione di germi e di infezioni. Il programma dell’OMS “SALVA LE VITE: Lava le mani” è una campagna globale per migliorare l’igiene delle mani nelle strutture sanitarie, il cui messaggio centrale verte sulla pulizia delle mani nel momento e nel modo corretto. Questo messaggio rientra nell’approccio “I miei 5 momenti per l’igiene delle mani”, che definisce i momenti chiave in cui i lavoratori delle strutture sanitarie devono eseguire l’igiene delle mani. Clicca qui per maggiori informazioni sulla campagna “I miei 5 momenti per l’igiene delle mani”.

L’igiene delle mani nell’industria non è solo importante per bloccare la diffusione delle infezioni, ma anche per proteggere i lavoratori dai problemi più comuni della pelle, come ad esempio le dermatiti che possono nascere dal contatto frequente con solventi e prodotti per la pulizia. Le dermatiti da contatto possono causare l’infiammazione (irritazioni), la secchezza, la spaccatura della pelle e la formazione di vesciche.

In accordo con l’OMS, l’irritazione della pelle rappresenta una comune barriera all’igiene delle mani. Il lavaggio delle mani nell’industria è importante per la rimozione di grasso, sporco e batteri che si accumulano sulla pelle. A seconda del tipo di attività la frequenza di pulizia delle mani può essere maggiore causando pertanto la secchezza della pelle. La prevenzione dei problemi della pelle e l’implementazione di un programma per la cura delle mani focalizzato non solo sul corretto lavaggio delle mani, ma anche sulla loro protezione e idratazione per riparare e prevenire gli eventuali danni, rappresentano la chiave nel raggiungimento di una buona igiene delle mani.

La difesa e la protezione delle mani negli ambienti di lavoro più difficili possono essere raggiunti assicurando ai propri lavoratori un buon programma per la cura delle mani. La fornitura dei necessari prodotti lavamani e sanificanti per mantenere una corretta igiene delle mani, delle creme protettive e delle creme idratanti per la pelle, permetterà ai lavoratori di proteggere le loro mani da secchezza e spaccatura evitando allo stesso tempo la diffusione di germi e batteri.

In settori come le industrie manifatturiere, le industrie di progettazione e l’edilizia è importante adottare un buon programma per la cura delle mani al fine di garantire una corretta igiene. Per questo motivo è importante seguire le linee guida per una completa pulizia e asciugatura delle mani. I germi possono essere trasferiti con maggiore semplicità in presenza di mani umide o bagnate. E’ consigliato, dove possibile, asciugare le mani con un panno usa e getta prima di applicare delle creme protettive e idratanti.

Per maggiori dettagli scaricare la nostra guida completa in 12 passaggiper la pulizia delle mani contenente le ultime disposizioni dell’OMS.

Contattaci subito se vuoi avere maggiori informazioni o se hai bisogno di assistenza per implementare un valido programma per la cura delle mani nella tua azienda.